Bell’Italia, dal 29 ottobre all’1 novembre. Polpette e birra alla zucca regine della manifestazione

Torna, dal 29 ottobre all’1 novembre, una delle manifestazioni più attese a Vicenza: Bell’Italia, la fiera dove conoscere ed acquistare le specialità eno-agro-alimentari della penisola. Protagoniste dell’edizione di quest’anno saranno le polpette e la birra alla zucca.

Continua a leggere

Webinar “Settore Moda: nuovi clienti e nuovi concept”

L’applicazione della tecnologia alla comunicazione è ormai una prerogativa fondamentale per qualsiasi attività.

Per il settore della moda assistere all’evoluzione delle abitudini di consumo ha implicato inventare nuovi metodi di avvicinamento e intrattenimento della clientela.

Andiamo a vedere come usare al meglio la comunicazione digitale, quali sono i trend dell’e-commerce e del social commerce.

 

Con Mario Masiero

Martedì 02 novembre alle ore 21.00 su Google Meet

La partecipazione è completamente gratuita ma obbligo di prenotazione QUI

Webinar “Social commerce, come usarlo per aumentare le vendite”

Il social commerce è la possibilità che ha un utente di acquistare prodotti e servizi attraverso i social media e allo stesso tempo condividere con gli altri utenti la sua esperienza.

In questo webinar andremo a vedere:

– Come trasformare i clienti in micro-influencer che fanno passaparola sui social
– Cosa offrire in cambio di un “post”
– Come acquistare attraverso i social
– Come condividere le proprie esperienze con i clienti

 

Con Francesco Triffiletti

Martedì 26 ottobre alle ore 21.00 su Google Meet 

La partecipazione è completamente gratuita ma obbligo di prenotazione QUI

In partenza i corsi di formazione gratuiti su “Social marketing per il lavoro” e “E-commerce e marketplace management”

Aperte le iscrizioni per due corsi di formazione gratuiti promossi da Cescot Veneto (Ente di Formazione della Confesercenti del Veneto Centrale). I temi affrontati sono “Social marketing per il lavoro” e “E-commerce e marketplace management”.

Continua a leggere

Lunedì 18 ottobre incontro edicole su certificati anagrafici

Si comunica che lunedì 18 ottobre 2021 alle ore 15:00, presso la Fornace Carotta , via Siracusa 61, si svolgerà un incontro con l’assessore al Commercio Antonio Bressa e l’assessora ai Servizi Anagrafici Francesca Benciolini. Con l’occasione, gli assessori mostreranno come funziona il servizio di emissione di certificati anagrafici e di stato civile online nelle Edicole.

Continua a leggere

Webinar “Colonnine Elettriche: che futuro possiamo immaginare per le imprese?”

Con la diffusione sempre più incentivata delle auto elettriche, i punti di ricarica che dispongono delle colonnine elettriche possono rappresentare una risorsa importante per negozi e pubblici esercizi, come anche per i distributori di carburanti.

Infatti, un cliente proprietario di un’auto elettrica darà sicuramente preferenza a una struttura dotata di questo servizio.

Sono un’innovazione che porta con sé vantaggi ambientali ed economici: scopriamoli insieme in questo webinar.

 

Con Carlo Uccelli

Martedì 19 ottobre alle ore 21.00 su Google Meet 

La partecipazione è completamente gratuita ma obbligo di prenotazione QUI

COVID, CONFESERCENTI: CROLLANO LE NASCITE DI NUOVE IMPRESE NEL 2021, NELLA PROVINCIA DI PADOVA, MILLE APERTURE IN MENO

Se gli aiuti e le garanzie pubbliche hanno avuto l’effetto di rimandare, almeno per un po’, la pioggia di chiusure attesa per via della crisi, il freno più evidente si registra sulle nuove aperture, in particolare nei settori ristorazione e commercio. A lanciare l’allarme è la Confesercenti del Veneto Centrale che, attraverso l’Osservatorio Economico, ha condotto un’indagine basata sui dati resi disponibili dalla Camera di Commercio.

Crollano le nascite di nuove imprese

Già ne2020 il numero di nuove iscrizioni alla Camera di Commercio era di 4463 unità, pari a 883 unità in meno rispetto all’anno precedente . Segno evidente della difficoltà in cui versa il mondo imprenditoriale. Il 2021 vede numeri anche peggiori: i dati sono ancora parziali, ma a tre mesi dalla fine dell’anno le nuove aperture sono state appena 4172. Plausibilmente, rispetto alla media precovid, l’anno si chiuderà con oltre mille nuove imprese che non vedranno la luce.

Per quanto riguarda i settori, soffre molto la ristorazione che, se i dati non subiranno un’impennata entro dicembre, sfiora il 50% di perdite. Nel commercio, ad oggi, il calo è quasi del 30%, con 352 nuove imprese in meno rispetto al 2019. Per quanto riguarda le chiusure, pur essendo molte, ad oggi appaiono meno sia rispetto al 2020 sia rispetto al 2019. Un dato che va letto con attenzione, perché con ogni probabilità è falsato dalle azioni governative adottate proprio per limitare la moria di imprese. Azioni che, tuttavia, in molti casi potrebbero aver solo ritardato, e non scongiurato, la possibile chiusura.

Imprese messe a dura prova

Domina, ancora ora, l’incertezza creata dal prolungarsi della pandemia e delle restrizioni, che hanno condizionato negativamente la ripresa dei consumi. I neo-imprenditori si trovano ad affrontare un quadro estremamente competitivo, che richiede alle start-up maggiori competenze e investimenti importanti, a partire dalla tecnologia. Risorse che difficilmente le imprese che partono da zero riescono ad ottenere attraverso i canali tradizionali del credito.

«La propensione all’impresa» spiega il presidente della Confesercenti del Veneto Centrale, Nicola Rossi, «è sempre stata un tratto dominante del tessuto economico padovano e veneto, ma la pandemia l’ha messa a dura prova. Tra lockdown, restrizioni ed il prolungarsi dell’emergenza sanitaria, si è creata una situazione di incertezza persistente, che ha frenato gli investimenti, innalzato le barriere d’accesso ai neo-imprenditori e fatto crollare la natalità delle imprese. La mancanza di nuove attività è un problema da non sottovalutare, perché crea una lacerazione nel tessuto imprenditoriale che si farà sentire nei prossimi anni, soprattutto se dovessimo assistere ad un aumento delle chiusure delle imprese ancora esistenti a causa dell’onda lunga della crisi: molte attività hanno resistito fino ad ora, ma la loro sopravvivenza non è scontata».

Le iniziative Confesercenti

«In questo quadro» continua Rossi, «il PNRR può offrire risorse e strumenti per ridare respiro all’imprenditorialità nel Paese. La nostra proposta è di partire da formazione ed innovazione: il nostro impegno, in questo periodo, si sta concentrando su una serie di webinar realizzati nell’ambito del progetto PID (Punto Impresa Digitale) con Camera di Commercio, che approfondiscono proprio questi temiInoltre, proprio di recente, abbiamo stretto un accordo con Banca Patavina che permette di accedere a prestiti fino a 35mila euro con tassi d’interesse di favore e la garanzia di ItaliaComfidi. L’accordo nasce per permettere di avere liquidità in tempi brevi, risolvendo una necessità comune soprattutto ai piccoli imprenditori. L’obiettivo è permettere a tutti di salire sul treno della ripartenza, nel minor tempo possibile».

VENETO ARANCIONE, CONFESERCENTI: SITUAZIONE GRAVISSIMA

Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nelle zone A o equipollenti dei comuni ove sono situati santuari religiosi

Si tratta di una domanda che va presentata tramite apposito modulo su sito agenzia Entrate e si riferisce a tutte le imprese che hanno questi requisiti:

-l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 realizzati nelle zone A o equipollenti dei comuni ove sono situati santuari religiosi è inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2019.

Per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° luglio 2019 nelle zone A o equipollenti dei comuni di cui al comma 1 dell’articolo 59 del decreto, il contributo spetta anche in assenza della predetta condizione.

Le domande vanno presentate dal 9 settembre all’8 novembre 2021.

 

Si rimette anche il link dell’agenzia delle entrate:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/-/provv-8-settembre-2021-cfp-santuari

 

NON è rivolta ai ristoratori che abbiano già presentato domanda per il contributo a loro dedicato con il D.L. di agosto 2020 (art.58)

 

per info: Chiara Dani c.dani@cdvc.it

Webinar “WhatsApp, arriva il carrello per fare acquisti via chat”

La maggior parte di noi conosce Whatsapp soltanto come un’app di messaggistica istantanea.

In realtà, le potenzialità di questa piattaforma sono numerose. Tra queste si sta facendo strada nel mondo del commercio la modalità “Business”, uno strumento dedicato alle imprese che permette di fare acquisti via smartphone.

Whatsapp Business consente di dare visibilità ai propri prodotti e servizi, interagire in modo diretto con i clienti e rispondere alle loro domande durante l’intera esperienza d’acquisto. Crea un catalogo per presentare la tua offerta e utilizza strumenti che ti consentono di creare messaggi automatici, organizzare le chat e rispondere più rapidamente ai messaggi.

Scopriamo assieme come utilizzare Whatsapp Business per implementare la propria attività.

 

Con Francesco Triffiletti

Martedì 12 ottobre alle ore 21.00 su Google Meet 

La partecipazione è completamente gratuita ma obbligo di prenotazione QUI

Metano, costo in aumento del 100%. Faib: si apra un’indagine parlamentare sull’andamento dei prezzi dei prodotti energetici

Preoccupazione dei gestori: attesi rialzi ancora per cinque mesi, prospettiva drammatica per gli operatori della filiera quanto per i consumatori

Continua a leggere