DOMICILIO DIGITALE ( PEC): OBBLIGO DI COMUNICAZIONE (SE NON GIA’ FATTO) AL REGISTRO DELLE IMPRESE

Entro il 1 ottobre 2020 tutte le imprese, costituite in forma di società oppure di impresa individuale, già iscritte al Registro delle imprese, che non avessero ancora comunicato il proprio indirizzo PEC (ora domicilio digitale), o il cui domicilio digitale sia stato cancellato d’ufficio, o per le quali il proprio domicilio digitale, seppur dichiarato, sia inattivo, dovranno regolarizzare la propria posizione con la relativa comunicazione al Registro delle Imprese competente per territorio. Continua a leggere

Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro: procedure aziendali “emergenza Covid19”

In relazione al Covid 19 a livello ministeriale viene richiesto alle aziende con “lavoratori” di seguire una serie di indicazioni e la stesura di alcuni documenti (di seguito descritti) atti a garantire la sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro.

​Chiariamo che NON E’ NECESSARIO redigere un nuovo DVR (documento di valutazione dei rischi); è sufficiente redarre una “procedura aziendale” interna contenente le norme comportamentale dei lavoratori. Continua a leggere

LIQUIDITÀ: CHIEDI INFORMAZIONI ALLO SPORTELLO CREDITO

Gli istituti di credito, grazie alla garanzia resa dello Stato varata con il decreto Liquidità, potranno finanziare prestiti alle piccole e medie imprese fino a 25 mila euro garantiti al 100% dallo Stato senza effettuare l’istruttoria bancaria (senza verifica di solvibilità e merito creditizio). Si attendono le linee guida

L’ulteriore scaglione di accesso al credito per soggetti che richiedono oltre 25 mila euro e fino a 800 mila euro la garanzia pubblica prevista è del 90%. Per questo è necessario attendere la valutazione del merito del credito; con la possibilità di avere una garanzia aggiuntiva da parte del confidi (Italia Confidi) per la rimanente parte pari al 10%. Continua a leggere

COMUNICAZIONI DELLA PREFETTURA DI PADOVA – D.P.C.M. 22 marzo 2020 – ulteriori misure di contenimento del contagio da COVID-19

(Comunicato stampa della Prefettura di Padova)

Dalla data odierna sono in vigore su tutto il territorio nazionale le ulteriori misure di contenimento del contagio da COVID-19 introdotte dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020.
Il Decreto prevede la sospensione delle attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’elenco allegato al decreto stesso, che sono pertanto autorizzate a proseguire l’attività. Per tali ultime attività non è necessario, quindi, inviare alla Prefettura alcuna comunicazione. Continua a leggere

MODALITA’ PER IL VERSAMENTO DELLE QUOTE ASSOCIATIVE 2020

Puoi scegliere tra queste modalità per versare i contributi associativi 2020.
Ricordiamo che l’importo annuale è di 260€  (258€ più 2 € di marca da bollo):

Bonifico bancario alle seguenti coordinate: IBAN  IT87S0538712153000035002723  specificando come causale “QUOTA ASSOCIATIVA CONFESERCENTI 2020″ ed indicando i dati aziendali

Direttamente presso le sedi Confesercenti:
in contanti
con bancomat
con carta di credito
Satispay (attivo nelle sedi di Padova e Vicenza)

Chi invece ha scelto di versare i contributi associativi attraverso gli istituti Convenzionati (INPS, INAIL) non dovrà effettuare alcuna modifica o scelta.

 

Ricorda di inviarci il modulo di ADESIONE E PRIVACY e copia del documento di identità per attivare il tuo Piano Sanitario.

 

***Nel caso in cui avessi già provveduto ad effettuare il rinnovo del tesseramento non tenere in considerazione questa comunicazione.***

Grazie