INCONTRO DELLA DIREZIONE CONFESERCENTI CON IL SOTTOSEGRETARIO PIER PAOLO BARETTA

Ieri sera si è tenuto l’incontro tra i dirigenti Confesercenti Veneto ed il Sottosegretario Baretta. Ospite anche il Presidente della Provincia Fabio Bui.

Durante l’incontro, il Presidente di Confesercenti del Veneto Centrale, Nicola Rossi ha ribadito l’importanza di interventi diretti del Governo a favore delle imprese.

La situazione è drammatica per le piccole imprese. I ristori che abbiamo ricevuto sono importanti ma si tratta di importi limitati rispetto alle perdite che la crisi COVID ha causato alla rete diffusa di imprese. Dobbiamo ragionare sull’effettiva perdita confrontando il fatturato 2019 con 2020 e riteniamo opportuno che vada superata la distinzione tra codici ATECO . Inoltre dobbiamo iniziare a parlare di cosa accadrà nel 2021. C’è un rischio impellente che si giunga ad un punto senza ritorno. Un punto dal quale centinaia di piccole imprese saranno nell’impossibilità di ripartire dopo un anno di chiusura imposta o causata. Un punto dal quale ne uscirà perdente non solo il sistema imprenditoriale ma lo stesso sistema economico e sociale del territorio”. Continua a leggere

L’ apertura dei pubblici esercizi venerdì 15 per protesta è uno schiaffo ai valori sociali

La minaccia di qualche esercente di aprire i propri locali venerdì 15 in sfregio agli obblighi di chiusura anticovid non è solo un atto, per quanto grave, illegittimo e quindi per questo sanzionabile, ma sarebbe molto peggio, sarebbe un vero e proprio schiaffo (non solo morale) ai valori sociali che sono alla base del nostro convivere.

Sarebbe uno schiaffo alle migliaia di morti per covid, sarebbe una sberla a quanti nei reparti ospedalieri combattono e soffrono la malattia. Sarebbe un sberla ai nostri stessi clienti che non capirebbero il sacrificio fatto fino ad ora. Sarebbe un tirarsi la zappa sui piedi per l’intera categoria che proprio nel momento in cui si intravedono le strade per uscire dalla crisi verrebbe indicata come irresponsabile.
Ma credo che sarebbe anche una sberla dolorosa ai sacrifici fatti da milioni di piccole aziende in tutto il territorio, dalle migliaia di imprese della nostra provincia, comprese quelle, come la mia, che da marzo dell’anno scorso sono obbligatoriamente chiuse e senza alcun ristoro dignitoso. Continua a leggere

APPELLO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA BUI E DEL PRESIDENTE ROSSI

“Per un efficace intervento a favore delle imprese colpite dal covid bisogna PASSARE DAI RISTORI AI RIMBORSI”

“Per le imprese all’estremo si passi da insufficienti ristori ai RIMBORSI: si devono superare gli interventi in bonus in base ai codici ateco e RIMBORSARE QUANTO EFFETTIVAMENTE PERSO DALLE IMPRESE NEGLI ULTIMI 10 MESI DEL 2020.
IL GOVERNO DEVE RIMBORSARE IN PERCENTUALE I MINORI RICAVI TRA I VOLUMI D’AFFARI 2019 E 2020. SOLO COSI’ AVREMO LA POSSIBILITA’ DI RILANCIARE LE NOSTRE PICCOLE IMPRESE.

Padova li 13 gennaio 2021
Nel Veneto e nella nostra provincia la situazione sanitaria ha raggiunto livelli di massima allerta. Sempre più a rischio è la salute e la stessa vita di nostri concittadini.
Sempre più evidente è la necessità di rispettare totalmente le regole per contenere la diffusione del virus, evitando contatti rispettando le distanze usando le mascherine e disinfettando le mani. La chiusura di esercizi pubblici, le limitazioni alle aperture dei negozi, dei centri commerciali dei mercati, il divieto di organizzare fiere eventi convegni ecc. se da un lato si tratta di provvedimenti obbligatori per evitare occasioni di assembramento e quindi di diffusione dei contagi, dall’altro ha messo in ginocchio la rete diffusa delle imprese che oltre a garantire i servizi alle persone e la distribuzione delle merci garantiscono anche la vivibilità delle nostre città. Continua a leggere

Crisi Covid: un imprenditore su due vede nero anche il 2021

Nicola Rossi : una crisi che si trascinerà ancora per mesi per le imprese del commercio e dei servizi alla persona.
6% delle imprese del settore pensano di chiudere i battenti entro l’anno. Imprese lasciate nella totale incertezza. Servono interventi immediati a ristoro delle perdite (sulle effettive perdite e non sui codici Ateco). Subito via a strategie anche territoriali per rilanciare l’economia e le imprese. Continua a leggere

LOTTERIA DEGLI SCONTRINI : accolte in parte le richieste della Confesercenti -mini proroga al 1° febbraio 21. (probabilmente inserita nel decreto mille proroghe)

L’avvio della misura potrebbe essere spostato di un mese. Già prorogato l’adeguamento dei registratori telematici. Accolti dubbi di Confesercenti

L’avvio della lotteria degli scontrini potrebbe essere spostato al primo Febbraio. A dare l’indiscrezione è il Sole 24 Ore, secondo cui con l’approvazione del Decreto Milleproroghe il Consiglio dei Ministri del 23 dicembre avrebbe inserito una mini proroga al 1° febbraio 2021 con possibilità di segnalare gli esercenti che non permettono la partecipazione dal 1° marzo. Continua a leggere

“Adotta un negozio”

Adotta un negozio è una azione concreta partita dal 1 dicembre 2020, con la quale non vogliamo “aiutare” i negozi di vicinato fisici, ma si tratta di un vero e proprio progetto di valorizzazione e promozione delle peculiarità e della competitività del negozio fisico sotto casa.
Non è sufficiente continuare a ‘invitare’ a fare i propri acquisti nel negozio sotto casa , del proprio comune. Non si tratta di invitare i consumatori a dare una mano, bensì oggi vogliamo evidenziare le caratteristiche, le peculiarità, i vantaggi dell’acquisto sotto casa.

Non sarà un progetto che si fermerà con il Natale, ma proseguirà anche dopo. Continua a leggere

VUOI DIVENTARE AGENTE D’AFFARI IN MEDIAZIONE O AGENTE DI COMMERCIO?

Il nostro Ente di Formazione, CeSCoT VENETO, sta promuovendo il  progetto FSE “1B – SOLD OUT”.
Si tratta di azioni formative per accompagnare i destinatari nell’acquisizione delle competenze necessarie all’inserimento nel mercato del lavoro, attraverso il conseguimento delle certificazioni per l’esercizio delle professioni di AGENTE D’AFFARI IN MEDIAZIONE e di AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO.
I partecipanti saranno 48 disoccupati con più di 30 anni di età residenti in Veneto . Continua a leggere

L’UNICA CERTEZZA È LA CONFUSIONE

In questo momento l’unica certezza è la confusione: di fronte al crescente numero di contagiati ed alla drammatica situazione della salute di tutti noi, le piccole imprese si sentono in alto mare, in balia di una tempesta che nessuno sa controllare.

Di fronte ad una situazione drammatica, di fronte alla comunicazione di nuovi provvedimenti ‘peggiorativi’ sta calando sulle spalle di esercenti, commercianti, piccoli imprenditori, l’ennesima batosta in grado di tagliare qualsiasi speranza per il futuro. Continua a leggere

EDICOLE: Trasmissione elettronica dei corrispettivi, lotteria degli scontrini, cashback

FENAGI Confesercenti

Come abbiamo avuto modo di informare la categoria attraverso la circolare dello scorso 30 Giugno (Prot. n. 1081.11/20 EA), l’obbligo di trasmissione elettronica dei corrispettivi riguarda la generalità dei commercianti al minuto e soggetti assimilati.

Ricordiamo anche che il MEF, con specifico decreto, ha individuato le fattispecie esonerate da tale obbligo e, tra le attività esonerate dall’obbligo di trasmissione elettronica dei corrispettivi, rientrano le cessioni di giornali quotidiani / periodici / supporti integrativi / libri, esclusi quelli d’antiquariato.

Stante quanto sopra si evidenzia che in assenza dell’obbligo della emissione dello scontrino fiscale per l’acquisto dei prodotti editoriali, quindi, dell’obbligo della sua trasmissione per via telematica alla Agenzia delle Entrate, non permette la partecipazione alla lotteria degli scontrini agli acquirenti. Continua a leggere

Cashback di Natale

Partendo dal presupposto che in tutte le attività commerciali devono accettare i pagamenti elettronici ( obbligo deciso con la legge di stabilità Finanziaria del 2016) e che l’eventuale rifiuto non è, fino ad oggi, passibile di sanzione, per incentivare l’uso della moneta elettronica il Governo, attraverso il decreto n°156 del 42-11-2020, ha introdotto Il “Cashback di Natale”: una misura sperimentale che durerà dall’8 dicembre al 31 dicembre 2020. Continua a leggere