ITINERARIO SCOPRI CAMPODARSEGO

Quattro visite guidate alla scoperta di Campodarsego a settembre e ottobre 2021.

Info e prenotazioni
info@visitapadova.it
3394368067

Sabato 4 settembre ore 16.00
Tracce di Medioevo, alla scoperta di acque e ponti, luoghi del passato e personaggi misteriosi
Tour in bicicletta – Max 20 partecipanti – 15 km circa – Durata 3 ore
Ritrovo Comune di Campodarsego

Domenica 19 settembre ore 10.00
Alla scoperta del Bosco del Vescovo, visita guidata alla ricerca di testimonianze del passato e di storia locale
Tour in bicicletta – Max 20 partecipanti – 10 km circa – Durata 2:30 ore
Ritrovo Gelateria Dolce Puro

Sabato 2 ottobre ore 9.00
Alla scoperta del Beato Longhin , per conoscere la storia e i luoghi di personaggi illustri
Tour a piedi – 5 km – Durata 3 ore
Ritrovo Chiesa di Fiumicello

Domenica 10 ottobre ore 16.00
Tour a sei zampe, inedito tour tra il fiume Tergola e la Chiesa del Panigale
Tour a piedi con animali – Max 10 cani – 3 km – Durata 2 ore
Anima Cafè a Bronzola

tour botteghe bassano

Tornano i tour delle botteghe storiche di Bassano

Un tour guidato tra le vie di Bassano del Grappa, città dal fascino misterioso e ricca di storia, abbinato alla visita delle botteghe storiche, cuore pulsante del commercio bassanese. È la proposta della Confesercenti del Veneto Centrale, che organizza gli eventi insieme a Cescot e al Comune di Bassano, con il contributo della Camera di Commercio di Vicenza.

Continua a leggere

Veneti in vacanza: oltre il 70% è in procinto di partire

L’Osservatorio Economico Confesercenti presenta il report regionale: il mese più ambito è agosto, le mete balneari sono al primo posto tra le preferenze. Circa il 36% degli intervistati rimarrà in regione e oltre l’80% partirà vaccinato

Mattiazzo (Assoturimo): buoni presupposti per la ripresa, il Veneto è covid free

Continua a leggere

ITINERARIO DELLE BOTTEGHE STORICHE DI BASSANO DEL GRAPPA

Se vuoi informazioni sui tour , partecipare ad un tour o una guida turistica esclusiva su Bassano del Grappa scrivi a  giovannasoloniguidaturistica@gmail.com

 

PROSSIME DATE DEI TOUR 

Le visite sono gratuite. Partiranno alle ore 16:00 ma il ritrovo è 15 min prima per firmare dichiarazioni anticovid
SABATO  3 LUGLIO 2021
SABATO  24 LUGLIO 2021
SABATO  11 SETTEMBRE 2021
SABATO 18 SETTEMBRE 2021
SABATO 25 SETTEMBRE 2021

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER IMPRESE TURISTICHE A VICENZA

Le imprese della filiera turistica possono accedere al Bando per contributi a Fondo perduto della Camera di Commercio di Vicenza “21FT per la filiera turistica”.
A partire dalle ore 10.00 del 18 maggio 2021 e fino alle ore 21 del 3 giugno 2021, salvo esaurimento anticipato dei 110 mila euro stanziati , è possibile presentare la domanda per il contributo della filiera turistica.

QUALI SONO I SOGGETTI AMMISSIBILI?

– LINEA DI INTERVENTO A: imprese di tutta la Provincia di Vicenza (con sede/unità locale dichiarata al Registro Imprese) che esercitano attività con codice Ateco primario o prevalente, risultante da visura:
• 49.32.2 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente • 49.39.01 Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie • 55.1 Alberghi • 55.2 Alloggi per vacanze e soggiorni brevi • 55.3 Aree di campeggio • 77.11 Noleggio auto • 77.21 Noleggio attrezzature sportive e ricreative • 79 Attività dei servizi delle agenzie viaggio, tour operator, servizi di prenotazione • 93.21 Parchi divertimenti e parchi tematici
– LINEA DI INTERVENTO B: imprese che esercitano attività con codice Ateco primario o prevalente, risultante da visura camerale: • 55.1 Alberghi: di tutta la Provincia di Vicenza (sede/unità locale dichiarata al Registro Imprese); • 56 Attività dei servizi di ristorazione: che effettuano interventi nei Comuni turistici montani (Asiago, Enego, Gallio, Foza, Lusiana-Conco, Recoaro Terme, Roana, Rotzo, Tonezza del Cimone) e/o nelle Città d’arte (Vicenza, Bassano del Grappa, Marostica e Schio) e con esclusione dei seguenti sotto-codici: 56.10.2, 56.10.4, 56.10.5, 56.2.

N.B.: I bar, quindi possono presentare domanda solamente se con sede legale/unità locale nei comuni sopracitati

SPESE AMMISSIBILI LINEA DI INTERVENTO A:
• spese di consulenza e progettazione campagne pubblicitarie di promozione delle stagione turistica 2021/22 (siti e canali web, campagna stampa, televisiva, radiofonica, social o similari) finalizzate a promuovere l’impresa o il prodotto turistico (sia per incoming, che per outgoing);
• spese di produzione strumenti promozionali a favore dell’impresa o del prodotto turistico per la stagione turistica 2021/22 (web, stampa cataloghi, brochure per la promozione della stagione turistica ….);
• spese di produzione e aggiornamento dei nuovi prodotti (ad esempio aggiornamento e adeguamento sito web, ristampa cataloghi, brochure etc);
• campagne promozionali con attività di digital e social media marketing, couponing, inbound marketing;
• azioni di digital marketing su portali di promozione turistica;
• acquisizione ed utilizzo di forme di smart-payment, nonché canoni per utilizzo di piattaforme online (solo quelli sostenuti e pagati nel periodo che decorre dal 1 gennaio 2021 fino al 31 dicembre 2021);
• canoni di inserimento e/o mantenimento su piattaforme di prenotazione turistica, marketplace (B2B, B2C e I2C) (solo quelli sostenuti e pagati tra il 1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021);
• traduzioni dei testi aziendali finalizzate alla predisposizione di portfolio prodotti;
• shooting fotografici dei prodotti aziendali finalizzati alla predisposizione di portfolio servizi o finalizzati alla realizzazione della campagna promozionale;
• interventi per il finanziamento di pratiche di gestione d’impresa improntate ai criteri del rispetto ambientale e della valorizzazione del territorio e delle produzioni locali

– LINEA DI INTERVENTO B: spese per l’acquisto di paravento, tende di contenimento e parapetto in pvc trasparente, tavoli, sedie, poltroncine, ombrelloni, fioriere, lampade per l’illuminazione dei plateatici esterni, lampade riscaldanti, paratie, pedana amovibile.

Le spese devono essere sostenute e interamente pagate tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Contributo di 1.500 euro a fronte di una spesa minima di € 3.000.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La presentazione della domanda deve avvenire presentando apposita modulistica (pubblicata sul sito www.vi.camcom.it) esclusivamente attraverso il portale Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it), previa registrazione.

L’impresa può individualmente registrarsi al Servizio Telematico, gratuitamente su https://www.registroimprese.it/registrazione – la registrazione va richiesta almeno 48 ore prima della chiusura delle domande di contributo.

È richiesto il possesso di firma digitale del titolare o legale rappresentante dell’impresa richiedente, (che viene rilasciata dalla stessa Camera di Commercio, previo appuntamento, o da altri soggetti autorizzati) senza possibilità di delega a terzi.

Per supporto e/o info chiamare lo 0444/569933 – c.dani@cdvc.it

Salone dei Sapori 2021: Come partecipare

Segnaliamo che l’amministrazione Comunale di Padova ha deciso di realizzare il festival il Salone dei Sapori nei giorni di 11-12-13 Giugno, facendo coincidere la chiusura dell’evento con l’importante festa del patrono di Padova.

Le tre giornate del festival saranno occasione, per tutta la cittadinanza e per i visitatori da fuori, per riscoprire i sapori del territorio e le nostre eccellenze della tradizione attraverso la creatività e l’intraprendenza dei ristoratori ed esercenti di Padova: vogliamo infatti invitare gli imprenditori che lavorano nel mondo del food e beverage, a creare delle proposte tematiche con prodotti del nostro territorio dedicati al weekend di Salone dei Sapori creando un unico grande evento diffuso.

Continua a leggere

Turismo: Stefano Fanton (Aigo Confesercenti) scrive all’assessore Caner

L’Aigo (Associazione italiana gestori dell’ospitalità) esprime forti perplessità sull’apertura ai viaggi all’estero e presenta alcune azioni necessarie per promuovere il turismo locale, in forte sofferenza. A seguire la lettera del presidente Stefano Fanton all’assessore regionale Caner.

Continua a leggere

NUOVO DIRETTORE CONFESERCENTI DEL VENETO CENTRALE

Dal 1 gennaio 2021, Greta Imbrunito è il nuovo Direttore Generale di Confesercenti del Veneto Centrale .

La presidenza dell’associazione, riunitasi a fine dicembre, ha nominato su proposta del presidente Nicola Rossi, Imbrunito quale successore di Maurizio Francescon.

Una scelta importante, ha commentato Rossi, in un momento storico, economicamente difficile ed appesantito dalla grave situazione epistemologica. Credo che l’ottimo lavoro svolto fino ad oggi dal Direttore Francescon andrà ad essere arricchito da questa figura altamente qualificata dal punto di vista tecnico amministrativo, che sarà affiancata da una squadra di sei professionisti interni all’associazione, in modo da rispondere sempre di più alle esigenze delle nostre imprese”.

Continua a leggere

APPELLO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA BUI E DEL PRESIDENTE ROSSI

“Per un efficace intervento a favore delle imprese colpite dal covid bisogna PASSARE DAI RISTORI AI RIMBORSI”

“Per le imprese all’estremo si passi da insufficienti ristori ai RIMBORSI: si devono superare gli interventi in bonus in base ai codici ateco e RIMBORSARE QUANTO EFFETTIVAMENTE PERSO DALLE IMPRESE NEGLI ULTIMI 10 MESI DEL 2020.
IL GOVERNO DEVE RIMBORSARE IN PERCENTUALE I MINORI RICAVI TRA I VOLUMI D’AFFARI 2019 E 2020. SOLO COSI’ AVREMO LA POSSIBILITA’ DI RILANCIARE LE NOSTRE PICCOLE IMPRESE.

Padova li 13 gennaio 2021
Nel Veneto e nella nostra provincia la situazione sanitaria ha raggiunto livelli di massima allerta. Sempre più a rischio è la salute e la stessa vita di nostri concittadini.
Sempre più evidente è la necessità di rispettare totalmente le regole per contenere la diffusione del virus, evitando contatti rispettando le distanze usando le mascherine e disinfettando le mani. La chiusura di esercizi pubblici, le limitazioni alle aperture dei negozi, dei centri commerciali dei mercati, il divieto di organizzare fiere eventi convegni ecc. se da un lato si tratta di provvedimenti obbligatori per evitare occasioni di assembramento e quindi di diffusione dei contagi, dall’altro ha messo in ginocchio la rete diffusa delle imprese che oltre a garantire i servizi alle persone e la distribuzione delle merci garantiscono anche la vivibilità delle nostre città. Continua a leggere