Tag Archivio per: assoturismo

ASSOTURISMO-CST, PER IL PONTE DI OGNISSANTI ATTESI 5 MILIONI DI PERNOTTAMENTI +1,2 MILIONI RISPETTO A 2021

Il fine settimana lungo di Ognissanti fa accelerare il turismo. Tra il 28 ottobre ed il primo novembre le strutture ricettive italiane dovrebbero registrare 5 milioni di pernottamenti1,2 milioni in più dello scorso anno, che però scontava ancora alcune limitazioni legate alla pandemia. Continua a leggere

Assoturismo Veneto: “rivedere subito il credito d’imposta per gas ed energia”

Estate di ripartenza turistica agli sgoccioli, a trainare la ripresa in Veneto sono stati gli stranieri (+35%), in crescita anche se sotto le attese la domanda italiana (+5). I livelli pre-pandemia sono ancora lontani (-7% sul 2019). Buone le previsioni per settembre.

Così Assoturismo Veneto sul trimestre estivo che si sta concludendo, ma il caro bollette però ha frenato e ridotto i margini della ripresa per le 34mila imprese venete del turismo (l’8% sul totale delle imprese venete) e le agevolazioni messe in campo dal Governo alleviano, solo in minima parte, gli effetti devastanti che un tale rincaro può avere sui conti delle aziende.

Per Assoturismo Veneto sarà necessario pertanto rivedere il credito d’imposta per gas ed energia elettrica aumentando le attuali percentuali troppo basse a fronte degli aumenti.  

Le bollette di luce e gas sono praticamente triplicate e questo ha ridotto di molto i margini per le imprese del turismo, dato che i pacchetti per la stagione estiva sono stati venduti prima degli aumenti. Il quasi ritorno del turismo ai livelli pre-pandemia è sicuramente una buona notizia ma senza interventi concreti a sostegno delle imprese, migliaia di strutture ricettive e attività del comparto non potranno più sostenere la spesa per l’energia e saranno costrette a chiudere” spiega Francesco Mattiazzo, Presidente Assoturismo Veneto, sottolineando come già in passato, del resto, Assoturismo aveva avanzato la richiesta che i comparti del turismo potessero accedere alle stesse misure di sostegno delle imprese energivore. 

“In più – prosegue Mattiazzo – Il credito d’imposta compensa, infatti, solo in parte l’aggravio della spesa energetica e interviene solo dopo aver pagato la bolletta maggiorata”.

Insomma, per molte aziende potrebbe essere troppo tardi. Per Assoturismo Veneto, il settore del turismo va quindi sostenuto anche con ulteriori interventi sia di natura fiscale, ad esempio attraverso la riformulazione delle riduzioni IMU, sia con interventi diretti.

“Credo sia evidente poi che, al fine di evitare gli ulteriori rincari che ci attendono nell’ultimo trimestre, come annunciato da ARERA, sia urgentissima la  revisione del PUN ovvero delle modalità su cui si forma il prezzo di acquisto dell’energia elettrica e accelerare sul Recovery Fund energetico europeo. Sono invece, personalmente abbastanza scettico sull’utilità di fissare un tetto al prezzo del gas ma, di fronte ad un’emergenza di tale natura anche un simile provvedimento, per un periodo limitato, potrebbe rivelarsi necessario”.

TURISMO RESTART – Incontro per il settore del turismo

TURISMO RESTART ✈️

INCONTRO PER IL SETTORE DEL TURISMO

 

Aigo Confesercenti Assoturismo e Cescot Veneto uniti per un Apericena InFormativa per presentare le opportunità di consulenza riservate agli operatori del settore turistico Veneto.
A disposizione diverse ore di attività di consulenza individuale volte all’arricchimento e aggiornamento professionale.
Sarà un momento per confrontarsi tra operatori del settore in una splendida location con un’atmosfera accogliente e informale.

Continua a leggere

Assoturismo-CST: città d’arte protagoniste dell’estate. Previste 27,4 milioni di presenze tra giugno e agosto

Il turismo culturale riparte più velocemente di tutti gli altri segmenti (+24,6% sul 2021), grazie al ritorno degli stranieri (+34%). E dà una spinta ai consumi: +9,1 miliardi nei primi 8 mesi dell’anno, l’1,4% del totale nazionale. Ma la corsa delle bollette pesa sui margini delle imprese

La grande bellezza del patrimonio culturale italiano torna a conquistare visitatori stranieri e domestici. E le città d’arte si candidano al ruolo di protagoniste dell’estate: tra giugno e agosto sono previsti 27,4 milioni di presenze, oltre 5,5 milioni in più rispetto al 2021. Un boom dovuto soprattutto al ritorno dei turisti dall’estero: le presenze turistiche straniere dovrebbero essere oltre 17,5 milioni, il 34% in più rispetto alla scorsa estate. Continua a leggere

Turismo: webinar di approfondimento a Tripadvisor

TURISMO: ASSOTURISMO E TRIPADVISOR INSIEME PER UN WEBINAR DI APPROFONDIMENTO SU RILANCIO DEL COMPARTO E POTERE DELLE RECENSIONI ONLINE

Rilancio del turismo e potere delle recensioni online. Ne discuteranno insieme, in una collaborazione inedita, Assoturismo Confesercenti e Tripadvisor durante un webinar di approfondimento sullo stato attuale del comparto turistico e la forza propulsiva delle recensioni di Tripadvisor. Continua a leggere

Continua a leggere

La consultazione pubblica per la revisione della Direttiva del 2015 sui pacchetti turistici e servizi turistici collegati, con cui la Commissione europea chiede a cittadini, imprese ed a tutti i portatori di interessi a livello europeo di esprimere il proprio punto di vista, è fondamentale per migliorare il testo, per continuare a garantire un elevato livello di protezione dei viaggiatori e ritrovare un giusto equilibrio con il mondo del turismo, soprattutto quando questo è colpito da gravi crisi e situazioni straordinarie. Continua a leggere

Veneti in vacanza: oltre il 70% è in procinto di partire

L’Osservatorio Economico Confesercenti presenta il report regionale: il mese più ambito è agosto, le mete balneari sono al primo posto tra le preferenze. Circa il 36% degli intervistati rimarrà in regione e oltre l’80% partirà vaccinato

Mattiazzo (Assoturimo): buoni presupposti per la ripresa, il Veneto è covid free

Continua a leggere

CORONAVIRUS: ASSOTURISMO, GIÀ BRUCIATI 200 MILIONI DI EURO DI PRENOTAZIONI PER MARZO

Il panico da coronavirus sta causando una crisi senza precedenti per il turismo italiano. In meno di una settimana dall’esplosione dell’allarme, alberghi, b&b e agenzie di viaggio hanno già visto andare in fumo 200 milioni di euro di prenotazioni per il mese di marzo. Bisogna urgentemente
lavorare per arrivare ad una normalizzazione: se continua così, il settore – che vale il 13% circa del Pil italiano – rischia di affondare.
A stimare l’impatto dell’emergenza sulle imprese del turismo è Assoturismo Confesercenti. Continua a leggere