Tag Archivio per: turismo

Ministero del Turismo: entro l’8 marzo l’autocertificazione per le imprese del “Decreto 39 milioni”

Sul sito del Ministero del Turismo è stato pubblicato l’Avviso relativo al “Decreto 39 milioni” in cui si chiede ad alcune delle imprese che hanno presentato istanza di contributo, di inviare un’autocertificazione entro le ore 12:00 del prossimo 8 marzo 2024 con la quale è necessario attestare gli importi di utile ante interessi, imposte, svalutazioni e ammortamenti (EBITDA) nei rispettivi periodi dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 e dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, oltre ai maggiori costi relativi all’emergenza pandemica da Covid-19 sostenuti nel 2021, questo al fine di evitare meccanismi di sovracompensazione, così come indicato nella Decisione C (2023) 7990 Final della Commissione UE.

Informativa completa

Balneari: inaccettabile esito prime gare e procedure per assegnazione concessioni in Veneto

 Chiediamo al Governo provvedimento per mettere in sicurezza le imprese”

L’esito delle prime gare e delle procedure selettive per l’assegnazione delle concessioni nel comune di Jesolo nella regione Veneto ci lascia amareggiati: è inaccettabile che il futuro economico di un sistema turistico balneare sia affrontato in maniera così superficiale, dietro le imprese ci sono altrettante famiglie che da anni investono e che hanno come unica fonte di reddito quella che deriva dalla gestione dell’attività balneare. Un valore sociale importante”.

Così Maurizio Rustignoli, presidente di FIBA e Antonio Capacchione Presidente del Sib Confcommercio le associazioni che riuniscono gli stabilimenti balneari aderenti rispettivamente a Confesercenti e a Fipe Confcommercio.

“Un’operazione – proseguono Rustignoli  e Capacchione – affrontata senza prendere minimamente in considerazione i giusti principi delle procedure di evidenza pubblica ed il risultato è che i grandi capitali si sono appropriati di ampissime porzioni di arenile procedendo, fra l’altro, nettamente in contrasto con quanto prevede la legge 118 attualmente vigente e voluta dal governo Draghi: garantire la massima tutela delle concessioni medio-piccole, prevedendo il principio dell’indennizzo con il riconoscimento del valore dell’impresa”.

“Ora bisogna fare il possibile affinché questa distorsione delle procedure applicata in Veneto non si verifichi altrove, evitando che le amministrazioni periferiche avviino gare nell’assegnazione delle concessioni vigenti con queste modalità. Occorre aprire un tavolo tecnico – concludono Rustignoli e Capacchione – chiediamo al Governo di emanare in tempi rapidi un provvedimento per dare certezze e mettere in sicurezza le imprese: non possiamo più perdere altro tempo, non si può mortificare un sistema imprenditoriale. Occorre garantire continuità di lavoro a decine di migliaia di aziende prevalentemente a conduzione familiare che hanno finora sempre confidato nelle leggi dello Stato. Auspichiamo, perciò, che si possa trovare, quanto prima, un nuovo punto di equilibrio in quel patto fiduciario di lungo corso fra concessionari e Stato, per ridare dignità e risposte ad un comparto fondamentale per l’economia italiana”.

L’articolo Balneari: inaccettabile esito prime gare e procedure per assegnazione concessioni in Veneto proviene da Confesercenti Nazionale.

L’articolo Balneari: inaccettabile esito prime gare e procedure per assegnazione concessioni in Veneto proviene da FIBA.

Boom di turisti in Italia ma la crescita non è uniforme

BIT: ASSOTURISMO-CST, PRESENZE TURISTICHE IN RIPRESA NEL 2023 (+8,1%), MA IL SUD VIAGGIA A VELOCITÀ DIMEZZATA (+4,4%)

Con crescita Mezzogiorno allineata a media nazionale, 2,9 milioni di presenze e 400 milioni di consumi turistici in più

Il turismo italiano torna a correre: secondo le stime di CST per Assoturismo Confesercenti, il 2023 ha chiuso con oltre 445 milioni di presenze, segnando un’accelerazione del +8,1% sull’anno precedente e superando i livelli pre-pandemia. Ma è una ripresa a velocità differenziate: nel Meridione e nelle Isole, infatti, l’incremento delle presenze dovrebbe fermarsi a +4,4%. Un ritmo di crescita sostanzialmente dimezzato rispetto alla media nazionale.

A pesare sulle performance dell’Italia meridionale nell’anno appena trascorso – oltre ai soliti problemi infrastrutturali – il rallentamento della spesa dei turisti italiani, che è stata la vera componente in frenata. Ha pesato, però, anche la ripartenza di alcune importanti mete balneari estere competitor nella zona mediterranea, a partire dall’Egitto. Una combinazione che ha frenato la crescita del mercato turistico di queste regioni, dove la componente interna e il turismo balneare danno un contributo fondamentale alla domanda.

“In questa fase, la crescita delle presenze è essenziale per il comparto – così Vittorio Messina, Presidente di Assoturismo Confesercenti, dalla BIT di Milano – I bilanci delle imprese sono ancora sotto pressione per gli aumenti dei costi: quelli dell’energia sono ancora più alti dei livelli del 2019, e l’incremento dei tassi di interesse ha avuto un impatto rilevante su un sistema uscito indebitato dal Covid. Sarebbe quindi importante valorizzare le potenzialità di crescita del turismo delle regioni meridionali, che avrebbero un effetto positivo su tutto il sistema economico territoriale: se la performance del Mezzogiorno fosse stata in linea con quella nazionale, avremmo avuto 2,9 milioni di presenze e oltre 400 milioni di consumi turistici in più”.

Fonte: Assoturismo

Colazioni, pranzi e aperitivi: i turisti in Italia aumentano e danno una spinta ai consumi nei pubblici esercizi

Cultura, natura e… buona tavola. La ripresa del turismo estero dà una spinta anche ai consumi nei pubblici esercizi. Nell’anno da poco concluso, gli oltre 65 milioni di stranieri che hanno visitato il nostro Paese hanno speso in media oltre 212 euro a persona in colazioni, pranzi, cene e aperitivi, per un totale di oltre 13,8 miliardi di euro, l’ammontare più alto dal 2019. A stimarlo è Fiepet, l’associazione dei pubblici esercizi aderenti a Confesercenti, sulla base di elaborazioni su dati del CER e del Centro Studi Turistici di Firenze.

Continua a leggere

GUIDE TURISTICHE – Finalmente una legge specifica per la professione

E’ entrata in vigore il 17 dicembre 2023 la legge che disciplina gli aspetti principali della professione di guida turistica.

“È vero, non tutte le nostre richieste sono state accolte e restano alcuni dubbi. Ma dopo dieci anni di discussione e di attesa, le guide turistiche hanno finalmente una legge specifica che disciplini la professione. Il nostro grazie al Parlamento, al Governo e al Ministro Santanché per aver mantenuto l’impegno di approvare in tempi brevi una legge che metta ordine nel settore e qualifichi il ruolo di guida turistica”. Così Micol Caramello, presidente nazionale di Federagit, l’associazione delle guide e degli accompagnatori turistici Confesercenti, commenta il voto definitivo della Camera al ddl sulla disciplina della professione di guida turistica. Adesso però non è il tempo di fermarsi. L’approvazione del ddl guide turistiche è un primo importante passo per rafforzare il contrasto all’abusivismo, piaga dilagante nel settore, e per pubblicare i bandi per le nuove guide. Una grande opportunità per le tante persone che vogliono lavorare nella cultura e vivere di turismo, di storia e di bellezza. Chiediamo di proseguire a passo spedito e di essere coinvolti nella stesura dei decreti attuativi, fondamentali per applicare a pieno quanto prevede la nuova legge ed evitare alcune possibili storture. Le guide turistiche sono un fondamentale anello della filiera per la corretta promozione delle tantissime località turistiche e città d’arte italiane, oltre che un tassello importante per destagionalizzare le presenze turistiche con l’inserimento di destinazioni ancora poco note e vendute, come i piccoli borghi, le località rurali e marinare”.

La legge prevede tra le altre cose l’istituzione di un elenco nazionale, l’importanza delle certificazioni linguistiche, l’obbligo di possedere una copertura assicurativa obbligatoria a garanzia della responsabilità civile, la possibilità di acquisire una o più specializzazioni, tematiche e territoriali, tra loro cumulabili, anche in materia di turismo accessibile e inclusivo, mediante la partecipazione a corsi di contenuto teorico e pratico, autorizzati dal Ministero del turismo, l’obbligo di aggiornamento professionale, l’attribuzione di uno speciale codice ateco.

Per informazioni Federagit – Assoguideveneto Confesercenti responsabile Mauro Cinefra 0498698603

 

Il turismo è cambiato, cambia anche tu! – Percorso di business coaching gratuito

Siamo consapevoli delle molteplici sfide che gli operatori turistici affrontano quotidianamente: la concorrenza intensa, la difficoltà nel trovare personale qualificato, le complessità nella collaborazione con colleghi e operatori, insieme alle prenotazioni in bassa stagione che calano e ai costi che aumentano. Continua a leggere

TURISMO: ASSOVIAGGI, BENE MINISTRO SANTANCHÈ, CON FIRMA DECRETO AD AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR FINALMENTE I RISTORI RELATIVI AL 2021

Siamo molto soddisfatti della firma da parte del ministro del turismo Daniela Santanchè del decreto per la ripartizione e l’assegnazione di 39 milioni di euro ad agenzie e tour operator. Si tratta – lo ricordiamo – di ristori relativi al 2021, anno ancora fortemente segnato dall’emergenza Covid”. Dichiara Gianni Rebecchi, presidente di Assoviaggi Confesercenti.

Continua a leggere

GUIDE TURISTICHE: FEDERAGIT, PRESENTAZIONE DISEGNO DI LEGGE IN CONSIGLIO DEI MINISTRI BUONA NOTIZIA. ORA ITER RAPIDO PER TUTELARE E VALORIZZARE LA CATEGORIA

“La presentazione del disegno di legge sulla disciplina della professione di guida turistica in Consiglio dei Ministri da parte del ministro Santanché è sicuramente una buona notizia. Speriamo che il Parlamento possa esaminare e approvare in tempi brevi la nuova legge e che il Ministero del Turismo sia altrettanto celere nell’emanazione dei decreti attuativi. Non vediamo l’ora, data anche la crescita del turismo in questi ultimi mesi, di ridare dopo 10 anni a tanti giovani la possibilità di affacciarsi alla professione di guida turistica, fondamentale per la corretta divulgazione e promozione dei territori e soprattutto delle città d’arte che ora sono invase dai turisti”.

Così Micol Caramello, presidente di Federagit, l’associazione che riunisce le guide e gli accompagnatori turistici di Confesercenti.

“La nostra professione – continua la presidente Caramello – è una leva importante per la promozione di ogni luogo che aspiri allo status di destinazione turistica. Le guide turistiche potrebbero essere inoltre fondamentali per prolungare la stagione e quindi destagionalizzare le presenze turistiche, ampliando l’offerta con l’inserimento di destinazioni non ancora vendute come ad esempio i piccoli borghi e le località rurali e marinare”.

“È necessario oggi più che mai valorizzare e tutelare la professione di guida turistica, ruolo fondamentale per l’accoglienza turistica e la trasmissione della cultura italiana, e auspichiamo che il disegno di legge presentato dal ministro Santanché diventi presto legge”, conclude Micol Caramello.

Federnoleggio Confesercenti chiede un confronto urgente al Governo: trovare una soluzione alla mobilità turistica e attivare finalmente il Registro Elettronico Nazionale

“Il Ministro del Turismo Santanchè ha parlato della necessità di aumentare la qualità dei servizi delle città e che non è possibile che i turisti arrivino nelle stazioni e negli aeroporti italiani e trovino file e file di taxi. E per questo ha chiesto ai sindaci di agire. Il Ministro Santanché esprime ciò che noi ripetiamo inutilmente a tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi anni, ma Milano non rilascia titoli NCC da 30 anni e Roma da 20. E questo non è un bene per la mobilità turistica in Italia”. Dichiara Luigi Pacilli, presidente di Federnoleggio Confesercenti, in una nota.

Continua a leggere

Affitti Brevi: AIGO Confesercenti, “Ringraziamo Ministro Daniela Santanchè. Recepite alcune delle nostre proposte”

“Siamo soddisfatti e accogliamo con favore la nuova disciplina, le nostre istanze sono state ascoltate: ringraziamo il ministro Santanchè per la puntualità e la coerenza con cui ha mantenuto l’impegno di presentare un testo di legge per le locazioni turistiche prima dell’estate”.

Così, in una nota, Claudio Cuomo, presidente di AIGO Confesercenti, che oggi ha partecipato, insieme agli altri rappresentanti delle associazioni di settore, al tavolo di lavoro, convocato presso il Ministero del Turismo, sulla bozza del disegno di legge volto a disciplinare a livello nazionale la gestione delle locazioni brevi.

Continua a leggere