Cassa del Microcredito: aree d’intervento, soggetti beneficiari e servizi offerti

Da quest’anno è diventata operativa la Cassa del Microcredito S.p.A. come soggetto erogatore di finanziamenti di microcredito: da giugno 2022 a novembre 2022 sono state deliberate 34 operazioni per un ammontare complessivo di ben 970.871,00 euro.

Vediamone le aree di intervento, i soggetti beneficiari e i servizi offerti.

Aree d’intervento

L’attività di microcredito è finalizzata a sostenere l’avvio o lo sviluppo di un’attività di lavoro autonomo o di microimpresa organizzata in forma individuale, di associazione, o di società di persone, di società a responsabilità limitata semplificata o di società cooperativa, ovvero a promuovere l’inserimento di persone fisiche nel mercato del lavoro.

L’importo massimo concedibile alle imprese è di euro 40.000,00, elevato di euro 10.000,00 qualora ci sia la regolarità dei pagamenti nei sei mesi precedenti e ci sia il raggiungimento di un risultato intermedio nell’ evoluzione del progetto.
La durata potrà essere di un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 84 mesi, con la possibilità di rilascio di un periodo di preammortamento non inferiore ai 6 mesi e non superiore ai 12 mesi.
La rata di rimborso dovrà avere una cadenza non superiore a quella trimestrale.

Soggetti beneficiari: limiti soggettivi e oggettivi

Possono beneficiare delle operazioni di microcredito:

lavoratori autonomi;
impresa individuale;
società di persone;
società a responsabilità limitata semplificate;
società cooperative.

E possono rientrare esclusivamente le imprese che:

-sono state costituite o con Partita Iva da non oltre i cinque anni;
-lavoratori autonomi e/o imprese individuali con non più di 5 dipendenti;
-società di persone, società a responsabilità limitata semplificata e società cooperative con numero di dipendenti non superiori a 10;
-rispettino i vincoli previsti dal Decreto Ministeriale del 17 ottobre 2014, n.176 ovvero:
1)aver avuto nei tre esercizi o dall’ inizio attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo non superiore ad euro 300.000,00;
2) aver realizzato nei tre esercizi precedenti o dall’inizio attività se di durata inferiore, ricavi lordi di ammontare complessivo non superiore ad euro 200.000,00;
3) avere un ammontare di debiti non superiori ad euro 100.000,00.

Per quanto concerne i ricavi di cui sopra, sono da considerare i ricavi lordi.
Per quanto riguarda la determinazione dei debiti, vanno ricomprese tutte le esposizioni debitorie registrati nell’ ultimo esercizio, compreso l’eventuale fondo per il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato.

Finalità dei finanziamenti

I finanziamenti possono essere concessi per:
– l’acquisto di beni, quali materie prime necessarie per la produzione di beni o servizi, merci destinate alla rivendita o di servizi strumentali all’attività svolta compreso il pagamento dei canoni di locazione, il pagamento di eventuali polizze assicurative a copertura dei rischi d’impresa;
– il pagamento delle retribuzioni di nuovi dipendenti;
– il pagamento dei corsi di formazione volti ad incrementare ed elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del titolare, dell’imprenditore o dei relativi dipendenti;
– gli investimenti materiali e/o immateriali che incrementino le capacità di realizzo di valore per l’impresa.

Servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio

L’operatore di microcredito presta, in fase di istruttoria e durante il periodo di rimborso, due dei seguenti servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio, ovvero di supporto per:
– la definizione della strategia di sviluppo del progetto finanziato e all’analisi di soluzioni per il miglioramento dello svolgimento dell’attività;
– l’identificazione dei prezzi e delle strategie di vendita, mediante degli appositi studi di mercato;
– l’individuazione e la diagnosi di eventuali criticità nell’implementazione del progetto finanziato.

Il Soggetto Beneficiario dovrà essere assistito per tutta la durata del finanziamento con incontri periodici.

Per maggiori informazioni contattare ufficio Credito di Confesercenti del Veneto Centrale:

Marcolongo Ivan –  Ufficio Credito Confesercenti del Veneto Centrale

Tel. 049 8698638

E-mail: i.marcolongo@cdvc.it